tè nero in foglie sciolte

Tè, thè o the: come si scrive?

La corretta grafia della nostra bevanda preferita è uno dei dubbi atavici che attanaglia chiunque si trovi a scriverne. Sono diffuse diverse grafie, tra le più comuni ci sono tè, te, the e thè. Quali di queste è corretta?

Proviamo a fare chiarezza.

Etimologia della parola

La parola italiana tè deriva probabilmente dalla parola francese thé, che a sua volta deriva dalla lettura del carattere 茶 nel dialetto Min meridionale, diffuso nella regione del Fujian, nel sud della Cina. Il carattere, infatti, pronunciato chá nei dialetti settentrionali (oltre che nel cinese mandarino ufficiale), viene pronunciato nei dialetti meridionali.

Qual è la grafia corretta?

È probabile che in italiano si siano inizialmente diffuse le grafie te e the (senza accento), con una predilizione per la seconda, che aveva il vantaggio di non poter essere confusa con il pronome personale complemento te. Nel corso dell’Ottocento vanno diffondendosi le versioni accentate e thè, con ancora una predilizione per la grafia con la lettera h (es. Dizionario botanico italiano del 1858).

Ad oggi, praticamente tutti i principali dizionari riportano la parola nelle grafie , the o thè, pur indicando la prima coma la più comune.

Tè, thè, the: quale utilizzare?

La grafia tè è corretta ed è senza dubbio la più comune, ma le altre due grafie non sono da considerare errate. La stessa Accademia della Crusca, che pure non si è mai espressa ufficialmente sull’argomento, lascia aperte tutte le opzioni, scrivendo (in una pagina dedicata all’uso degli accenti in italiano): ‘‘tè indica la bevanda (ed è preferibile a the e thè)”.

La grafia thé, invece, non è corretta in italiano ma è utilizzabile in quanto parola straniera (francese), così come pure la parola inglese tea.

Condividi il tuo amore per il tè con il mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questi sono i tag HTML che puoi utilizzare

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>