biluochun

Biluochun, cos’è e come si prepara

Cos’è il Bi Luo Chun?

Il Biluochun, o Pi Lo Chun (in cinese 碧螺春) è un famoso e antichissimo tè verde cinese. È molto apprezzato per i suoi colori brillanti, per l’aroma intenso e per il suo gusto morbido.

Storia del Biluochun

Le prime testimonianze di questo tè risalgono all’epoca Ming, quando il Biluochun era conosciuto come Xia Sha Ren Xiang.

Secondo la leggenda, durante la dinastia Qing, l’imperatore Kangxi, in occasione di una visita nella regione del lago Taihu (nella parte orientale della Cina), assaggiò un tè chiamato Xia Sha Ren Xiang (吓 煞人 香, in italiano Fragranza spaventosa) apprezzandolo particolarmente. Il tè veniva coltivato insieme ad alberi da frutta, assumendo naturalmente un piacevole aroma floreale.

Pensava tuttavia che il nome non fosse adatto ad un tè imperiale, e dunque decise di cambiarne il nome in Biluochun (letteralmente Chiocciola verde primaverile). Il tè fu da quel momento conosciuto in tutto il Paese con questo nome.

Produzione del Biluochun

Il Biluochun, come il suo nome suggerisce, viene raccolto all’inizio della primavera, e il raccolto viene interrotto subito dopo le prime piogge, in modo da raccogliere solo i germogli più teneri.

Le foglie fresche vengono accuratamente selezionate, rimuovendo le foglie troppo grandi e dure e gli steli troppo lunghi. Dopo la selezione, viene immediatamente cotto in grandi padelle per interrompere il processo di ossidazione. La cottura viene fatta in varie fasi. la prima più violenta (a circa 200°C), le altre a temperature più basse, durante le quali le foglie, progressivamente disidratate, vengono arrotolate fino ad ottenere il classico ricciolo simile alla conchiglia di una ciocciola.

Tutto il procedimento (dalla raccolta alla cottura) si conclude al massimo in una giornata lavorativa.

I 5 livelli di qualità del Biluochun

Secondo gli standard nazionali cinesi, il biluochun viene classificato sulla base di 5 livelli di qualità: Premium A, Premium B, A, B e C. Le differenze tra i vari livelli di qualità sono principalmente nel procedimento di cottura. Quelli di qualità più alta vengono prodotti cuocendo le foglie a temperature più basse, e cuocendo in ogni singola padella solo poche foglie alla volta, in modo da evitare al minimo rotture. Al contrario, quelli di qualità più bassa subiscono una cottura più violenta e veloce, in padelle più piene.

 

Come preparare il Biluochun

Il Biluochun è un tè molto delicato, va quindi messo in infusione in acqua non troppo calda (circa 70°C). Un’infusione in acqua troppo calda, infatti, rischia di provocare il rilascio del sapore amaro. Se non si dispone di un termometro, un buon metodo è quello di lasciar riposare l’acqua bollente per circa un minuto prima di versarla sulle foglie di tè.

Di seguito le indicazioni per la preparazione di questo tè verde.

  • Riscaldare l’acqua a 70°C.
  • Mettere in infusione circa 4 grammi di Biluochun per tazza.
  • Coprire il tè in infusione per mantenere il calore costante.
  • Lasciare in infusione per circa un minuto.
  • Il Biluochun può essere solitamente infuso 3 volte, anche se l’aroma floreale diventerà man mano meno intenso.
Condividi il tuo amore per il tè con il mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questi sono i tag HTML che puoi utilizzare

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>